La presenza di acari nei conigli, fastidiosi parassiti che attaccano spesso anche cani e gatti, può essere gestita con prontezza se conosciamo i principali sintomi e i passi da compiere nel trattamento.

Gli acari appartengono agli aracnidi, come i ragni, ma presentano dimensioni minime di circa mezzo millimetro. Le specie più comuni sono la Cheyletiella parasitivorax, nota come “la forfora che cammina”, lo Psoroptes cuniculi, l’acaro dell’orecchio che può causare otite parassitarie molto gravi, il Trixacarus caviae, conosciuto come “acaro tomba”, e la Neotrombicula autumnalis, l’acaro pungitore stagionale.

I primi campanelli d’allarme da non sottovalutare

Spesso, ci accorgiamo della presenza di acari nei conigli quando i nostri pelosetti sono già indeboliti da altre condizioni. I sintomi più comuni sono:

  • forte prurito,
  • perdita di pelo,
  • movimento evidente della testa in caso di acari nelle orecchie,
  • arrossamenti cutanei,
  • formazione di croste,
  • desquamazione.

Dobbiamo tuttavia prestare attenzione anche a eventuali segnali di indebolimento generale, come stanchezza e perdita di peso.

Come vengono attaccati i conigli dagli acari?

Gli acari sono agilissimi parassiti che vanno da un animale all’altro infestando i pet molto rapidamente. I conigli si infettano spesso nei negozi di animali, durante il cambio della lettiera o in contatto con altri animali domestici all’interno degli allevamenti. La presenza di più conigli in uno stesso ambiente, infatti, aumenta significativamente il rischio di infestazione.

Durante la visita, il veterinario esamina le condizioni del coniglio e i sintomi osservati, utilizzando una lente d’ingrandimento per scovare eventuali acari sulla superficie cutanea, riconoscibili come piccoli puntini neri in movimento. In alcuni casi, lo zooiatra può ritenere necessario un raschiamento cutaneo per prelevare un campione di tessuto che viene poi osservato al microscopio per identificare la specie di acaro, fornendo informazioni cruciali per una terapia mirata.

I trattamenti più efficaci contro i parassiti

Il trattamento degli acari nei conigli è generalmente agevole. La terra di Diatomee, un antiparassitario naturale, può essere efficace nei casi più lievi. Per sintomi più gravi, è consigliabile utilizzare un prodotto acaricida specifico, come iniezioni, preparati spot-on, shampoo o pomate. Dobbiamo ripetere la terapia più volte per coprire tutte le fasi di sviluppo degli acari, inoltre puliamo accuratamente oggetti e superfici con cui il coniglio è a contatto, utilizzando prodotti acaricidi, per prevenire possibili reinfezioni.

È possibile fare prevenzione?

Alcune pratiche sono fortemente raccomandate al fine di tenere lontani gli acari dai conigli che, certamente, non sono affatto contenti di avere ospiti indesiderati.

Il consiglio principale è pulire regolarmente la conigliera e gli accessori, sterilizzandoli se possibile. Prima di introdurre un nuovo animale domestico, verifichiamo che sia privo di parassiti. Inoltre si cambi la lettiera costantemente e si controllino molto spesso le orecchie e la pelliccia del coniglio. Infine se in casa ci sono altri animali, applicate trattamenti antiacaro a tutti i pet per evitare che l’infezione si propaghi.

Scopri subito lo stato di salute del tuo pet Prenota una VISITA presso le nostre Cliniche
Elenco Regioni
  • EMILIA ROMAGNA
  • FRIULI-VENEZIA GIULIA
  • LAZIO
  • LIGURIA
  • LOMBARDIA
  • PIEMONTE
  • UMBRIA
Ca’ Zampa è Competenza | Qualità | Professionalità | Passione