Dare il benvenuto a un nuovo pet non è solo una gioia da vivere e condividere ma è anche, soprattutto, una responsabilità di cui farsi carico. È sempre bene, infatti, tenere a mente che ogni pelosetto che arriva in famiglia è un essere vivente che richiede cure, attenzioni e amore. A partire dal momento in cui mette zampa a casa. Per questa ragione, dunque, l’accoglienza è fondamentale per non farsi trovare impreparati e per far sentire immediatamente il nuovo arrivato a proprio agio in un ambiente che presto imparerà a conoscere.

Come prepararsi ad accogliere un gatto

Quando ad arrivare è un gattino, bisogna predisporre uno spazio sicuro, ovvero una cuccia in cui possa rifugiarsi e riposare. Non deve mancare, poi, la lettiera, strumento fondamentale per l’igiene del micio e dell’ambiente, che può essere chiuso o aperto a seconda dello spazio a disposizione. Dotata di sabbia – meglio se inodore, agglomerante e poco polverosa –, dovrà essere pulita con frequenza per eliminare odori sgradevoli.

Anche l’angolo dedicato al gioco riveste una grande importanza nelle abitudini con le quali il nuovo arrivato deve prendere confidenza. Il gioco e la lettiera saranno due attività distinte per cui il micio imparerà a non giocare con la sabbia. Un oggetto particolarmente apprezzato dai gatti è il tiragraffi, importante per il consumo delle unghie e l’osservazione dell’ambiente dall’alto, un passatempo che il nostro amico a quattro zampe amerà. 

Infine, qualche accortezza per quanto riguarda l’alimentazione. Le ciotole dell’acqua e del cibo dovranno essere distinte e proporzionate alle dimensioni dell’animale. Per i gattini, si predilige un’alimentazione basata su cibi completi.

Cavia domestica: i consigli per accoglierla al meglio

Come prepararsi ad accogliere un cane

Nel caso in cui il nuovo arrivato sia un cagnolino valgono le indicazioni precedenti per quanto riguarda l’ambiente da allestire e lacuccia. Si tratta, infatti, dello spazio che sarà dedicato esclusivamente all’animale e che lo stesso dovrà imparare a riconoscere come propria ‘tana’ sicura. Il momento del pasto, del gioco e del risposo scandiranno proprio le giornate del nostro nuovo amico.

Nel complesso, dunque, per accogliere al meglio un nuovo pet è indispensabile provvedere a: ciotole, cibo, cuccia, traverse igieniche, collare, guinzaglio e targhetta, giochi da mordere, recinto e rete, guanti e sacchetti igienici. Attenzione anche ai controlli regolari dal veterinario che possono aiutare a limitare i problemi di salute prima che inizino. La prevenzione è, dunque, l’unico modo veramente efficaceper tenere sotto controllo la salute di qualunque animale domestico.

Quando il pet è un animale esotico: quali sono le specie che si possono tenere in casa

Esattamente come cani e gatti, anche gli animali esotici richiedono spazi dedicati che siano adatti alle loro esigenze. Ogni specie, infatti, ha caratteristiche peculiari di cui tenere conto per poterne garantire il completo benessere. Ma ancora prima, occorre verificare che la specie del nuovo pet a cui siamo interessati sia legalmente detenibile in casa dal momento che, secondo la legge italiana, non tutti gli esemplari esotici possono vivere con noi.

Sono considerati animali esotici domestici – e quindi si possono tenere anche in appartamento – le cavie (o porcellini d’India), i furetti, i pappagalli, le tartarughe di terra, i cincillà, i serpenti, i pesci tropicali, i merli indiani e i gechi, solo per citare i più comuni.

Scopri subito lo stato di salute del tuo pet Prenota una VISITA presso le nostre Cliniche
Elenco Regioni
  • EMILIA ROMAGNA
  • FRIULI-VENEZIA GIULIA
  • LAZIO
  • LIGURIA
  • LOMBARDIA
  • PIEMONTE
  • UMBRIA
Ca’ Zampa è Competenza | Qualità | Professionalità | Passione