Il cane abbaia quanto un uomo parla e come per i bipedi, anche per i nostri amici a quattro zampe ci sono cani più chiacchieroni – come il Chihuahua o il Carlino – e cani più timidi e riflessivi quali l’Alano o il San Bernardo.

Il bau è sempre motivato da una ragione: la prima e più semplice è la volontà del pet di comunicare con il padrone sentimenti positivi, di felicità e gioia o al contrario negativi come paura, frustrazione o noia. Vi fa sempre le feste quando vi vede rientrare in casa dal lavoro e vi abbaia forte? È un chiaro gesto d’affetto, così è altrettanto inequivocabile quando entra in contatto con un estraneo o sente che alzate la voce.

Leggi anche: — Come si diventa cani bagnini? Ecco le razze più adatte e l’iter da seguire

Il cane abbaia anche perché è in un rapporto di grande empatia con il padrone: se siamo tesi, anche lui lo sarà; inoltre il suo richiamo rappresenta anche un forte desiderio di ottenere qualcosa, come una ricompensa gastronomica o un gioco… Abbaiare, dunque, è un atto spontaneo che fa parte della natura del cane, ma quando diventa troppo rumoroso o fastidioso, quali sono i motivi?

Quando preoccuparci se il cane abbaia troppo

Se il cane abbaia in continuazione sta decisamente manifestando un disagio: può sentirsi, ad esempio, solo e annoiato in casa quando invece vorrebbe scorrazzare insieme a voi nei campi aperti o giocare con altri cagnolini. Fido può soffrire di ansia da separazione, ma se fin da cucciolo lo abituiamo a stare da solo ed essere autonomo, allora il bau non diventerà eccessivo.

Va da sé che il cane abbaia anche per marcare il territorio e proteggere il padrone: in presenza di persone o cani che non conosce, se sente il guinzaglio più corto e un richiamo da parte nostra, allora associa la reazione umana ad una situazione di allerta e scatta d’istinto con un incessante guaito.

Non sminuiamo, inoltre, lo stress a cui il nostro pet è sottoposto: traslochi frequenti, viaggi, nuovi arrivi o importanti cambiamenti scombussolano la routine di Fido che esprimerà stanchezza e frustrazione abbaiando senza sosta.

Come agire quando il cane abbaia troppo?

Se il nostro pet è avanti con l’età, il suo continuo abbaiare potrebbe essere anche un sintomo dell’insorgenza di disturbi neurologici come la demenza, ma se è un cucciolo, ci sono diverse soluzioni per allenarlo a non esagerare con le richieste d’attenzione.

Proponiamogli lunghe passeggiate, giochi di lancio e riporto o nascondiamo il suo snack preferito invitandolo a trovarlo: così facendo convoglierà le sue energie in queste occasioni di esercizio fisico e si stancherà!

Possiamo inoltre migliorare le nostre reazioni alle situazioni avverse o agli imprevisti: sentendoci noi più sicuri, anche il nostro cagnolone si sentirà protetto e così facendo sarà rinsaldato anche il rapporto di reciproca fiducia.

Scopri subito lo stato di salute del tuo pet Prenota una VISITA presso le nostre Cliniche
Elenco Regioni
  • EMILIA ROMAGNA
  • FRIULI-VENEZIA GIULIA
  • LAZIO
  • LIGURIA
  • LOMBARDIA
  • PIEMONTE
  • UMBRIA
Ca’ Zampa è Competenza | Qualità | Professionalità | Passione