Non sempre la convivenza tra animali che appartengono a specie differenti è facile, anzi in alcuni casi è proprio impossibile. Ma gatto e coniglio possono diventare ottimi coinquilini se non addirittura amici. Quindi, se stai pensando di portare un nuovo pet in famiglia, quest’accoppiata potrebbe fare al caso tuo. Ovviamente, la relazione non è immediata ed è legata al carattere specifico di ciascun animale ma, grazie a una buona socializzazione e un po’ di prudenza, è possibile costruire un’armonia tra gatti e conigli che abitano entro le medesime mura domestiche.

È importante, infatti, che il gatto – per natura un predatore – avverta il coniglio non come un essere animale potenzialmente da attaccare ma come un alleato. Si tratta, quindi, di un processo che richiede cautela e tempo cosicché i nostri pelosetti comincino a familiarizzare tra loro in tutta serenità. In linea di massima, poi, è fondamentale che ciascuno abbia i propri spazi, soprattutto per la notte: da un parte, dunque, la lettiera del gatto e dall’altra la gabbietta per il coniglio.  

Chi arriva prima?

Se gatto e coniglio arrivano insieme a casa

Partiamo dall’ipotesi più semplice, ovvero il caso in cui gatto e coniglio arrivino in casa contemporaneamente e ancora cuccioli. Si tratta della situazione migliore in quanto nessuno dei due animali dovrebbe avere problemi a relazionarsi l’uno con l’altro e con il padrone. I cuccioli, infatti, cresceranno e giocheranno insieme abituandosi alla presenza reciproca in maniera del tutto naturale. Attenzione, però, all’iperattività che potrebbe caratterizzare il micetto fino a dare noia al più mite coniglietto.

Sai quali sono i cibi che fanno male ai gatti? Ecco gli alimenti da evitare

Se gatto e coniglio arrivano in famiglia in tempi diversi

La seconda ipotesi riguarda l’ingresso del gatto in una casa nella quale vive già un coniglio. In tal caso potrebbe non essere improbabile che il coniglio attacchi il nuovo arrivato. Tutto nella norma: è il modo iniziale con cui il nostro pelosetto intende far capire chi comanda ma successivamente si abitueranno reciprocamente alla loro presenza. Se, invece, il coniglio arriva nella casa già abitata da un felino è preferibile tenere i due lontani almeno per qualche giorno. I conigli, infatti, patiscono i cambiamenti e dover avere a che fare non solo con un nuovo habitat ma anche con un altro animale potrebbe causare eccessivo stress.

La scelta migliore è tenere il nuovo pet nella sua conigliera o nella gabbietta in modo che si adatti agli spazi disponibili. Quindi, solo successivamente, lo si può liberare così da conoscere il felino di casa. All’inizio, meglio rimanere presenti e restare in prossimità della conigliera come via di fuga nel caso il gatto cerchi di attaccarlo. Come capire che ogni pericolo è ormai alle spalle? Quando gatto e coniglio non avranno problemi a stare vicini e addirittura si annuseranno e leccheranno a vicenda.

Scopri subito lo stato di salute del tuo pet Prenota una VISITA presso le nostre Cliniche
Elenco Regioni
  • EMILIA ROMAGNA
  • FRIULI-VENEZIA GIULIA
  • LAZIO
  • LIGURIA
  • LOMBARDIA
  • PIEMONTE
  • UMBRIA
Ca’ Zampa è Competenza | Qualità | Professionalità | Passione