Quante volte abbiamo sentito dire che i gatti al buio vedono meglio di noi? Cerchiamo di fare chiarezza, analizzando le differenze tra la visione felina e quella umana in assenza di luce e approfondendo il funzionamento degli occhi dei gatti nelle tenebre.

I pelosetti, effettivamente, non sono in grado di vedere nella più completa oscurità, ma la loro capacità visiva in ambienti ben poco illuminati è notevole grazie all’anatomia unica dei loro occhi.

Anche se non possiedono una vera e propria “visione notturna”, la loro abilità visuale in condizioni di scarsa illuminazione è senza dubbio superiore a quella umana. Il motivo è legato al processo evolutivo perché questa caratteristica si rivela particolarmente utile quando cacciano al crepuscolo e il sole sta lasciando spazio alla luna. I gatti, infatti, spesso escono al tramonto per un ghiotto spuntino e sfruttano l’illuminazione delle strade, – seppur fioca – per dare sfogo al loro istinto predatorio. Anzi, talvolta, il bottino della caccia lo regalano a noi lasciandoci deliziosi doni sulle scale, alla porta d’ingresso o sul ciglio della strada (Attenzione se soffrono di malassorbimento: questi sono i principali sintomi)!

Come vedono i gatti al buio? I loro occhi speciali

Come dicevamo poc’anzi, la visione dei felini è strettamente legata alla loro anatomia unica. Gli occhi dei gatti – ci avete mai fatto caso? – sono proporzionalmente grandi rispetto al resto del corpo, e le loro pupille verticali possono dilatarsi notevolmente più delle pupille umane, consentendo un ingresso ottimale di luce. Inoltre, sempre rispetto all’occhio dell’uomo, la retina dei gatti contiene una percentuale elevata di bastoncelli, che sono i responsabili della visione crepuscolare e notturna, anche se non distinguono i colori. I coni, invece, provvedono alla visione diurna e al colore, ma sono meno numerosi nei gatti rispetto agli esseri umani.

Perché gli occhi dei gatti brillano al buio?

Un’altra particolarità è che gli occhi dei gatti brillano in modo distintivo durante la notte, restituendo un bagliore giallo-verdastro. Impossibile non notarli quando i fari di una macchina illuminano un gatto di notte oppure quando il flash della fotocamera o dello smartphone punta sul musetto del micio… Tutto dipende dalla presenza del tapetum lucidum, uno strato riflettente nella parte posteriore dell’occhio che incrementa la percezione della luce al buio, supportando l’azione dei bastoncelli.

Sensi iper sviluppati nei gatti

Oltre agli occhi sorprendentemente sensibili, i gatti hanno sviluppato sensi unici, affinando – ad esempio – l’olfatto, che può essere più di 15 volte più forte di quello umano. Questa caratteristica, abbinata alla loro capacità di vedere in condizioni di buio pressoché totale, rende i felini temibili predatori della notte e aumenta il loro irresistibile fascino. Quanto alla gara tra gatti e umani nella visione diurna, la nostra acuità e la percezione dei colori sono superiori.

Scopri subito lo stato di salute del tuo pet Prenota una VISITA presso le nostre Cliniche
Elenco Regioni
  • EMILIA ROMAGNA
  • FRIULI-VENEZIA GIULIA
  • LAZIO
  • LIGURIA
  • LOMBARDIA
  • PIEMONTE
  • UMBRIA
Ca’ Zampa è Competenza | Qualità | Professionalità | Passione