Dopo le vacanze, i cani può sperimentare stress, eccitazione e iperattività: come affrontarlo? Ne parliamo con Paolo Bosatra, educatore cinofilo professionista della Clinica Ca’ Zampa di Bergamo.

Eccitazione e nervosismo dopo le vacanze: cosa fare con il cane

Sicuramente il rientro delle vacanze è un momento di ripresa della routine quotidiana: dobbiamo continuare a investire sul tempo di qualità da passare con il nostro cane per cui sono consigliate lunghe passeggiate, molto movimento ed è il momento ideale per iniziare un corso di educazione cinofila. Tante sono le attività belle e indicate, come il dog trekking, da fare insieme con il nostro amico a quattro zampe.

Anche se andiamo incontro all’autunno, non scoraggiatevi e andate a fare movimento con il pet!

Se il cane abbaia spesso in casa, come possiamo calmarlo?

Dobbiamo sempre andare alla base del problema. Se è un cane che vive abitualmente all’aperto, può abbaiare in quanto stimolato da tutto ciò che c’è all’esterno. Se siamo assenti, il consiglio è di rivolgersi ad un educatore cinofilo per lavorare sulla desensibilizzazione e contro-condizionamento.

Leggi anche: — IL TUO CANE AMA DAVVERO IL TUO VETERINARIO? I 3 SEGNALI INEQUIVOCABILI

Se il cane abbaia in un contesto casalingo, questa reazione può ricondursi ad una certa ansia da separazione visto che abbiamo passato dei periodi in cui siamo stati più tempo insieme al nostro amico a quattro zampe e ora ritorniamo tutti alla routine. In questo caso il cane tutto ad un tratto si ritrova a passare lunghe ore da sole allora: il consiglio è agire gradualmente e anticipare ad esempio il rientro dalle vacanze così da farlo abituare. 

Come possiamo riappropriarci dei nostri spazi? 

Molto importante è agire per piccoli passi: iniziamo magari dal weekend a lasciarlo da solo un’oretta, un’oretta e mezza, poi due ore e man mano lo abituiamo a stare da solo. Dopodiché attenzione, mettete delle porte tra voi e il vostro cane: il pet deve capire che possiamo anche essere in casa insieme ma alcuni momenti io sono dalla parte della casa e lui è dall’altra.

Il cane a letto? Questa pratica può sviluppare oltre all’ansia da separazione, una certa possessività da parte del cane che tenterà di appropriarsi della vostra tana. 

Cane stressato al rientro dalle vacanze: come riconoscerlo e affrontarlo?

Noi parliamo di stress riconducendolo a un fattore solo ed esclusivamente umano, in realtà i primi studi legati allo stress sono stati effettuati sugli animali. Ci sono precisi segnali per capire e riconoscere lo stress: alcuni tuttavia – come leccarsi spesso le zampe o sbadigliare di continuo – sono troppo comuni da essere ricondotti immediatamente ad un esaurimento canino. Una volta che abbiamo appurato che il nostro cane è particolarmente stressato, attuiamo una serie di accorgimenti nella vita di tutti i giorni per cercare di limitare questo fenomeno che può avere radici, ad esempio, in uno stato di tensione familiare o personale particolarmente intensa, o in un trasloco, oppure l’arrivo di un altro cane.

Di solito si va ad agire prevalentemente sulla relazione con il proprio pet e sul migliorare a livello di qualità il tempo da trascorrere insieme al nostro amico: sì a passeggiate e giochi insieme a meno che ovviamente non sono proprio quelli gli elementi stressanti. Ci sono ad esempio cani che si trovano bene a casa e vanno in stress durante la passeggiata o durante il gioco perché diventa tutto troppo fisico e competitivo. Ricordiamo, tuttavia, che è sempre meglio agire insieme ad un educatore cinofilo, per il bene dell’animale.

Scopri subito lo stato di salute del tuo pet Prenota una VISITA presso le nostre Cliniche
Elenco Regioni
  • EMILIA ROMAGNA
  • FRIULI-VENEZIA GIULIA
  • LAZIO
  • LIGURIA
  • LOMBARDIA
  • PIEMONTE
  • UMBRIA
Ca’ Zampa è Competenza | Qualità | Professionalità | Passione