Un mito comune e diffuso è che i cani vedano il mondo solo in bianco e nero. Questo articolo esplorerà la realtà dietro questa convinzione popolare, chiarendo come realmente vedono i nostri amici a quattro zampe e quali sono le differenze principali tra la vista umana e quella canina.

La vista dei cani: un approccio scientifico

Per comprendere come i cani vedono il mondo, è fondamentale esaminare la struttura dell’occhio canino. Gli esseri umani hanno tre tipi di coni (cellule fotorecettori) nella retina, responsabili della percezione del colore rosso, verde e blu. I cani, invece, possiedono solo due tipi di coni, che consentono loro di percepire solo una parte dello spettro cromatico: il blu e il giallo.

Questa differenza significa che i cani hanno una visione dicromatica, mentre gli esseri umani hanno una visione tricromatica. Pertanto, i cani non vedono il rosso e il verde come facciamo noi. Questi colori per loro appaiono come sfumature di grigio, marrone o giallo. Ma questo non significa che i cani vedano tutto in bianco e nero!

La gamma di colori nella visione canina

La visione dicromatica dei cani si traduce in una gamma di colori più limitata rispetto a quella umana. I cani vedono chiaramente il blu e il giallo, mentre il rosso e il verde sono interpretati come grigi. Questo spiega perché molti giocattoli per cani sono blu o gialli: questi colori risultano più facili da distinguere per loro.

Uno studio condotto dall’Università della California ha dimostrato che i cani possono distinguere tra colori diversi, ma in modo diverso dagli esseri umani. Utilizzando test comportamentali, i ricercatori hanno scoperto che i cani riescono a riconoscere e distinguere gli oggetti in base ai loro colori, purché siano nella gamma dei colori che possono percepire.

Vantaggi della visione canina

Sebbene i cani non possano vedere la stessa gamma di colori degli esseri umani, la loro visione ha altri vantaggi. Ad esempio, i cani hanno una visione notturna superiore grazie alla maggiore quantità di cellule bastoncelli nella loro retina. Queste cellule sono più sensibili alla luce debole, permettendo ai cani di vedere meglio in condizioni di scarsa illuminazione.

Inoltre, i cani hanno un campo visivo più ampio rispetto agli esseri umani, che consente loro di percepire meglio i movimenti laterali. Questa caratteristica è particolarmente utile per la caccia e la protezione.

Implicazioni pratiche

Conoscere come i cani vedono il mondo può aiutarci a migliorare il nostro rapporto con loro. Ad esempio, scegliere giocattoli e accessori nei colori che i cani percepiscono meglio (blu e giallo) può rendere le loro attività più piacevoli. Inoltre, comprendere la loro visione può aiutare nella progettazione di spazi più sicuri e stimolanti per loro.

Conclusione

In definitiva, i cani non vedono il mondo in bianco e nero, ma hanno una visione dicromatica che limita la loro percezione dei colori al blu e al giallo. Sebbene questa visione sia diversa dalla nostra, offre comunque numerosi vantaggi, come una migliore visione notturna e un campo visivo più ampio. Conoscere queste differenze può aiutarci a comprendere meglio i nostri amici a quattro zampe e a creare un ambiente più adatto alle loro esigenze.

Scopri subito lo stato di salute del tuo pet Prenota una VISITA presso le nostre Cliniche
Elenco Regioni
  • EMILIA ROMAGNA
  • FRIULI-VENEZIA GIULIA
  • LAZIO
  • LIGURIA
  • LOMBARDIA
  • PIEMONTE
  • PUGLIA
  • UMBRIA
Ca’ Zampa è Competenza | Qualità | Professionalità | Passione