Con l’arrivo dell’inverno, l’alimentazione del nostro gatto può variare notevolmente e al fine di mantenerlo in primis in salute e poi felice di ciò che trova nella ciotola, è bene conoscere le necessità di Fuffy e tutti i cambiamenti quando si abbassano le temperature.

Perché i gatti in inverno mangiano di più?

Potremmo essere indotti a pensare il contrario, tuttavia in inverno i gatti possono manifestare un maggiore fabbisogno energetico, poiché il freddo costringe il loro organismo a uno sforzo extra per mantenere la temperatura corporea costante. Diventa dunque fondamentale adattare l’alimentazione del pet per soddisfare questo incremento di necessità.

A tal proposito, ricordiamo che i gatti sono carnivori stretti, e la carne è molto importante per la loro sopravvivenza. A differenza dei cani, i gatti non possono sintetizzare alcuni amminoacidi essenziali, ottenendoli solo dalle proteine animali: dunqe, le proteine animali che assumono devono essere sempre di alta qualità.

Il proprietario, inoltre, ha la responsabilità di assicurarsi che la dieta del proprio gatto sia bilanciata e adatta alle sue specifiche esigenze, considerando fattori come razza, stile di vita, stato di salute e età.

Alimentazione da preferire per il gatto in inverno

In inverno l’alimentazione del gatto cambia insieme alle quantità consigliate, ma dobbiamo sempre tenere in mente alcuni aspetti: il livello di attività fisica che il pet è abituato a fare, il suo metabolismo di base, ancora una volta l’età e la temperatura corporea. Ad esempio, gatti che vivono prevalentemente in ambienti domestici riscaldati e non escono spesso all’aperto potrebbero non richiedere un aumento calorico significativo in inverno. Al contrario se il pelosetto è abituato all’indipendenza e trascorre molto tempo fuori, ha bisogno di un pasto più abbondante a cena.

Come detto, l’età del gatto influisce sulla sua dieta: i gattini in crescita e le gatte in fase di allattamento hanno, ovviamente, un maggiore fabbisogno energetico, mentre i gatti anziani o sterilizzati richiedono diete specifiche e equilibrate.

Attenzione ai problemi di obesità

Durante l’inverno, la regola generale, dunque, è aumentare moderatamente le dosi di cibo per garantire un apporto calorico sufficiente ma resta essenziale evitare un aumento di peso eccessivo che potrebbe portare a problemi di salute. In presenza di più gatti in casa, assicuriamoci di fornire una ciotola per ogni gatto, più una extra, affinché non ci siano competizioni per il cibo.

Inoltre, sono da preferire alimenti di alta qualità, come formule già pronte, ricche di ingredienti freschi e bilanciate. In inverno, privilegiamo proteine di alta qualità, come carne e pesce, per mantenere tonica la massa muscolare del gatto e fornirgli l’energia necessaria per affrontare le basse temperature.

Alimentazione del felino in inverno: non dimentichiamo l’acqua

Non dimentichiamo di includere grassi sani, come quelli presenti nell’olio di pesce, per mantenere il pelo del gatto forte e in salute; e potrebbe essere utile considerare integratori alimentari specifici in caso di minore esposizione alla luce solare e minor consumo di frutta e verdura.

Un’ultima considerazione, ma non meno importante, riguarda il grado di idratazione del gatto in inverno. L’accesso a una ciotola di acqua fresca e pulita deve essere facile e sempre disponibile: anche quando fa freddo, non sottovalutiamo questo aspetto.

Scopri subito lo stato di salute del tuo pet Prenota una VISITA presso le nostre Cliniche
Elenco Regioni
  • EMILIA ROMAGNA
  • FRIULI-VENEZIA GIULIA
  • LAZIO
  • LIGURIA
  • LOMBARDIA
  • PIEMONTE
  • UMBRIA
Ca’ Zampa è Competenza | Qualità | Professionalità | Passione