Le vaccinazioni per i gatti sono un aspetto essenziale della loro salute e benessere, ma restano un argomento delicato per i proprietari. È bene sottolineare che i vaccini aiutano a prevenire alcune patologie piuttosto pericolose, dunque soprattutto per quelli obbligatori, al fine di tutelare il benessere del pet, è bene non tentennare e seguire il protocollo alla lettera.

Vaccinazioni obbligatorie per gatti

Tra gli inoculi coatti per i nostri amici pelosetti annoveriamo:

  • Vaccino trivalente (FVRCP). Questo vaccino protegge contro tre malattie felini comuni: la rinotracheite virale felina (FVR), la calicivirosi e la panleucopenia felina (FPV). Sono patologie in grado di causare sintomi gravi come febbre, congestione nasale, ulcere orali e persino la morte. La vaccinazione è solitamente somministrata inizialmente in più dosi nei primi mesi di vita del gatto, seguita da richiami annuali (o triennali) al fine di creare la cosiddetta immunità di gregge ed evitare la diffusione di vere e proprie pandemie tra i felini.

Vaccinazioni consigliate per gatti

I vaccini raccomandati ma non obbligatori per i gatti sono:

  • Vaccino contro la rabbia. In Italia la vaccinazione antirabbica è obbligatoria per i gatti solo in Sardegna, ma all’estero in molte aree è richiesta per viaggiare. Questo è essenziale per la sicurezza pubblica, in quanto la rabbia è una malattia letale che può essere trasmessa anche agli esseri umani. Verificate le leggi locali per i requisiti specifici e chiedete al vostro veterinario.
  • Vaccino contro la leucemia felina (FeLV). Questo vaccino è altamente consigliato per i gatti che hanno accesso all’esterno o sono esposti a gatti infetti. La leucemia felina è una malattia virale contagiosa che può portare a gravi problemi di salute, tra cui anemia, immunodeficienza e tumori. Il vaccino è somministrato in più dosi e richiede richiami periodici.
  • Vaccino contro la clamidia. Questo inoculo protegge contro la clamidia, una infezione batterica che può causare congiuntivite, starnuti e problemi respiratori nei gatti. È particolarmente raccomandato per i gatti in situazioni ad alto rischio, come quelli in rifugi o con una storia di infezioni da clamidia.
  • Vaccino contro la rinite calicivirale. Protegge contro il calicivirus, una delle cause più comuni di infezioni respiratorie nei gatti. È particolarmente importante per i pet che vivono in comunità o sono esposti – come per la FeLV – a felini infetti.
  • Vaccino contro la FIP o peritonite infettiva. Questa vaccinazione può incontrare talvolta lo scetticismo degli stessi veterinari poiché i benefici della somministrazione non sono ancora del tutto appurati. Si tratta di un farmaco che viene somministrato sotto forma di spray nasale e molti ceppi della FIP hanno comunemente origine dal coronavirus (FECV), ma in genere non dà alcun sintomo. Attualmente questo vaccino non è obbligatorio per il gatto: è possibile effettuare la vaccinazione in gatti al di sopra di 4 mesi d’età, nel caso in cui siano negativi per la presenza di anticorpi anti-Coronavirus. L’efficacia di questo vaccino per la protezione contro la FIP non è tuttavia totale e rimane il rischio di sviluppare la malattia anche nei gatti vaccinati.

Primo vaccino e pianificazione

Leggi anche: — QUALI SONO LE EMERGENZE PIÙ FREQUENTI NEI CUCCIOLI DI GATTO?

La prima vaccinazione per i cuccioli di gatto dovrebbe essere eseguita non prima dei 60 giorni di vita, dopo il completamento del processo di svezzamento. È molto importante attendere finché la madre non ha passato al cucciolo tutti gli anticorpi necessari attraverso il latte materno, cosicché la vaccinazione non interferisca con l’azione immunitaria naturale del gattino.

Dopo la prima vaccinazione, saranno necessari richiami a distanza di 3-4 settimane, a seconda dei tipi di vaccini somministrati. La copertura totale fornita dai vaccini si sviluppa solo dopo circa 15 giorni dal secondo trattamento, quindi il gattino dovrebbe evitare di uscire fino a quel momento.

In seguito, la vaccinazione dovrebbe essere ripetuta ogni anno, con le date di scadenza registrate sul libretto sanitario del gatto dal veterinario.

Potete discutere la pianificazione delle vaccinazioni per i gatti con il vostro veterinario di fiducia, che terrà conto delle specifiche esigenze del vostro gatto e del suo stile di vita.

Tuttavia si tenga presente che, oltre a queste coperture, una buona igiene, una dieta equilibrata e le visite regolari dallo zooiatra sono essenziali per mantenere i gatti – così come i cani – in salute. La prevenzione, infatti, è sempre la chiave per garantire che i vostri amici a quattro zampe vivano una vita lunga, sana e di qualità.

Scopri subito lo stato di salute del tuo pet Prenota una VISITA presso le nostre Cliniche
Elenco Regioni
  • EMILIA ROMAGNA
  • FRIULI-VENEZIA GIULIA
  • LAZIO
  • LIGURIA
  • LOMBARDIA
  • PIEMONTE
  • PUGLIA
  • UMBRIA
Ca’ Zampa è Competenza | Qualità | Professionalità | Passione